Museo della Zecca di Roma: l’interesse per la numismatica

Immagine che ritrae dell monete antiche come quelle esposte al Museo della Zecca di Roma.
2018-04-05 10:54:03

Museo della Zecca di Roma: l’interesse per la numismatica

Museo della Zecca di Roma: l’interesse per la numismatica

Sappiamo che la Città Eterna è ricca di musei ma, tra i più interessanti è possibile visitare il Museo della Zecca.

Il Museo della Zecca di Roma deve le sue origini alla Zecca Pontificia della bella Capitale intorno alla fine Settecento. Il muso nasce nel 1824 con l’idea di essere il Gabinetto Pontificio per le Medaglie poi, nel 1870 viene acquisito dal Governo del Regno d'Italia e, finalmente, nel 1958 viene istituito ufficialmente dalla Repubblica Italiana. Quando nel 1978 l'allora Istituto Poligrafico passa alla Zecca di Stato, le sue pregiate e rare collezioni di tipo numismatico e gli straordinari macchinari dell’epoca, che sono ancora in parte funzionanti, vengono accorpati al patrimonio di quello che oggi è l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

La collezione che appartiene al Museo della Zecca ha uno straordinario interesse storico ed artistico e può vantare una collezione costituita da più di 20.000 opere che si dividono fra monete e medaglie, nonchè oggetti da conio e modelli realizzati in cera. Per quanto riguarda le monete, il muso, ospita una ricca raccolta di emissioni degli Stati italiani ma anche esteri, a partire dal Medioevo fino ai nostri giorni; la raccolta comprende anche numerose prove e progetti ed una fra le più grandi collezioni di medaglie realizzate dai più autorevoli ed illustri artisti di sempre. Inoltre è presente un nucleo che comprende molti dei punzoni che appartengono alla raccolta pontificia e una parte di quelli maggiormente utilizzati per la creazione delle medaglie di devozione; infine, il grande valore aggiunto, è rappresentato dalla collezione di modelli di cera per cammei e medaglie di cui la maggior parte, ben 425 cere, sono lavori di Benedetto Pistrucci, un famoso incisore romano a cui si deve la celebre opera della sterlina d'oro per la quale il Museo ha creato un’area di esposizione sugli studi e i modelli originali.

I due piani del Museo

Il museo è costituito da due piani, uno al piano terra e l’altro inferiore. Al piano terra si trova l’area che concerne la fabbrica delle monete, come si arriva dai modelli al conio e come avviene la coniazione di monete e medaglie; mentre, al piano inferiore è esposto tutto ciò che riguarda il percorso nella storia delle monete e come si è arrivati dal metallo alla carta.

Il Mausoleo e l’età imperiale

Durante i lavori del 1992 con i quali fu costruito il nuovo edificio della Zecca, che oggi è la sede dell'Officina Carte Valori, furono rinvenute delle fondazioni di un mausoleo risalente all’età imperiale, quindi circa alla metà del II secolo d.C. La sua struttura muraria e tutti i materiali lapidei ritrovati nel sito, sembrano ricondurre il mausoleo alla tipica costruzione architettonica di un tempietto con pronao colonnato, cioè con una camera funeraria per contenere il sarcofago. Sopra di esso, anticamente, si sviluppava una cella con un pronao tetrastilo che serviva ad ospitare l'altare funerario ornato, quasi sempre, da una statua del defunto che, solitamente, apparteneva alla magistratura urbana, per via del blocco marmoreo che è stato rinvenuto e che mostra un rilievo di una sella curulis, un tempo il simbolo del potere giurisdizionale. Ancora più pertinente alla decorazione del mausoleo è il blocco di tipo angolare che ritrae una sfinge e alcune colonne di granito e cornici di marmo lunense.

Informazioni utili sul Museo

Il Museo della Zecca di Roma si trova in Via Salaria, 712 ed è contattabile al numero 06 8508 2125 oppure via email all’indirizzo info_museodellazecca@ipzs.it.

Per prenotazioni di visite sia private che di gruppi scolastici basterà semplicemente compilare il form sul sito ufficiale del Museo, con almeno due giorni di anticipo rispetto alla data prescelta. Il sito è aperto dalle 10:00 alle ore 13:00 e dalle 14:00 alle ore 17:00; per coloro che desiderano effettuare delle visite guidate del Museo della durata di circa un'ora, si può scegliere la prenotazione dell’orario alle 11:00 oppure alle 15:00 per assicurarsi, durante queste fasce orarie, la guida di un esperto Incisore della Zecca.

Newsletter