L’ENAV S.p.A. con Sede via salaria: di cosa si occupa

immagine che rimanda all'ecologia e all'interesse dell'ambiente dellè'azienza ENAV S.p.A. - Sede vi salaria
2018-04-05 10:58:36

L’ENAV S.p.A. con Sede via salaria: di cosa si occupa

L’ENAV S.p.A. con Sede via salaria: di cosa si occupa

L’ENAV è una società che si occupa della gestione dell traffico aereo civile in tutta l’Italia. Essa garantisce un numero di voli pari a circa 1,8 milioni ogni anno, assicurando la sicurezza e la puntualità per ben 24 ore su 24, grazie alle sue Torri di controllo situate in 45 aeroporti e ai suoi 4 Centri per il Controllo d’Area.

L’Azienda vanta circa 4200 dipendenti, grazie ai quali riesce a fornire i servizi alla navigazione aerea per i propri clienti mediante le compagnie aeree che sono autorizzate a volare in Italia.

L’ENAV S.p.A con Sede in via Salaria, a Roma, è considerata, ormai da molto tempo tra le prime cinque aziende europee per le performance operative e l’innovazione, ed oggi è una componente indispensabile per il sistema del traffico aereo internazionale. Inoltre, l’azienda non si ferma a questo ma partecipa a molte delle attività di ricerca e di sviluppo che vengono realizzate in coordinamento con gli altri organismi di controllo sia nazionali che internazionali di questo settore ed è, altresì, uno degli attori principali nella creazione del Single European Sky, cioè, il programma studiato per armonizzare le gestioni del traffico aereo su tutta l’Unione europea per raggiungere l’obbiettivo di rinforzare la sicurezza, ma anche l’efficienza, del settore del trasporto aereo continentale.

Da molti anni, l’ENAV S.p.A. si impegna anche a sostenere l’ambiente grazie alla continua ottimizzazione delle rotte gestire per riuscire a ridurre al massimo i consumi degli aeroplani e grazie anche all’uso di diverse fonti alternative atte a migliorare l’efficienza delle sue infrastrutture.

Il Gruppo ENAV, però, non si occupa solo di assicurare tutti i servizi della navigazione aerea, ma garantisce anche l’installazione, nonchè la manutenzione ed il monitoraggio continuo di tutti i sistemi sia hardware che software; inoltre si occupa di sviluppare e collaudare le nuove tecnologie ed è attiva anche all’estero mediante la fornitura e la dei servizi su molti mercati internazionali.

Il Gruppo ENAV a favore dell’ambiente

ENAV, quindi, mette un grande attenzione alla politica per la salvaguardia dell’ambiente e segue le linee guida internazionali, attraverso le quali si è premurata di realizzare molte nuove iniziative dirette ad operare su una riduzione dei gas serra immessi nell'atmosfera. A questo proposito la Società ha creato un Flight Efficiency Plan, l’FEP, cioè un piano che permette a tutte le compagnie aeree di volare non solo nel rispetto della sicurezza ma anche con dei profili di volo maggiormente efficienti grazie ai quali le rotte dirette hanno subito effetti positivi su costi, sul consumo e sulle emissioni nocive. Inoltre, la politica di salvaguardia dell'ambiente dell’ENAV è diretta ai progetti riguardanti il risparmio energetico come, appunto, gli impianti fotovoltaici che sono stati istallati in alcune delle sue strutture.

Fotovoltaico nelle Torri di Controllo: le prime in Europa

Come abbiamo detto, quindi, da anni ormai ENAV si impegna per la riduzione di consumi energetici e per l'abbattimento di tutte le emissioni del gas-serra. Infatti sta dotando i suoi impianti per la produzione di energie provenienti da fonti rinnovabili. Infatti, le sue Torri di controllo fotovoltaiche, che sono le prime in Europa, e tante altre iniziative, provengono da un programma in costante crescita che non soltanto si allinea con il Protocollo di Kyoto per la diminuzione delle suddette emissioni inquinanti ma stabilisce un’importante riduzione anche sui costi dell’energia, godendo così anche degli incentivi statali.
Gli impianti fotovoltaici di ENAV che attualmente sono in produzione si trovano:

  • Nella TC e nella palazzina operativa dell’Aeroporto di Bari;
  • Nella TC dell’Aeroporto di Ancona Falconara;
  • Nel Controllo d’Area di Brindisi;
  • Nel Radiofaro di Bitonto.

Grazie alla presenza di queste strutture si può vantare un risparmio di circa 220 tonnellate di CO2 che non vengono più immesse nell'ambiente. Si tratta di un progetto che se applicato su grande scala è davvero una salvezza per la nostra atmosfera.

Newsletter