La Roma dell'opulenza

La Roma dell'opulenza
2016-10-03 14:45:14

La Roma dell'opulenza

La Roma dell'opulenza

Se la Roma rinascimentale può essere a buon diritto definita la Roma della bellezza e della grazia, cento anni dopo sarà la ricchezza a dominare. Non soltanto una ricchezza materia ma anche concettuale. Siamo infatti in pieno seicento quando si diffonde il barocco.

In questo periodo l’arte finisce diviene un’attività finalizzata unicamente al decoro. Diventa quindi espressione de proprio tempo, un tempo dove il problema del decoro, inteso come rappresentazione di sé nel contesto della società, diviene punto nodale della vita sociale. Ovvero, mai come in questo tempo, apparire assume un valore di fondamentale importanza e universalmente accettato.

Sono molte le opere barocche a Roma, qui vi segnaliamo le più belle. Sicuramente su tutte non può che svettare la Basilica e Piazza San Pietro, edificata per simboleggiare la potenza papale e della chiesa; simbolo della cristianità sorta sulla tomba di Pietro nel IV secolo e completamente ricostruita grazie all’apporto dei più grandi artisti del 1500 e del 1600, da Bramante a Bernini.
Di grandissimo pregio la Galleria Borghese, che viene costruita in un casino pensato fin dal primo momento per il piacere personale del cardinal Scipione Borghese: questa galleria diventa il simbolo del potere della famiglia in questione, opere di Caravaggio, Bernini (dall'Apollo e Dafne, al Ratto di Proserpina) ma anche Raffaello e Canova.
Per la visita della Galleria Borghese, si ricorda che l'ingresso è a numero chiuso ogni due ore a partire dalle ore 9.

Le piazze e le fontane della Roma barocca

Molte delle piazze e delle fontane nel pieno centro della Capitale sono facilmente riconducibili alla corrente barocca. Basti pensare a Piazza Navona e alla sua meravigliosa Fontana dei Fiumi del Bernini, ma anche il Palazzo di Sant'Ivo alla Sapienza, o Piazza Montecitorio, e ancora Piazza Colonna, la Fontana di Trevi, Piazza di Spagna con la celebre fontana della Barcaccia e Piazza del Popolo.
Anche Palazzo Bernini, sede della Galleria Nazionale di Arte Antica è una validissima rappresentazione della corrente artistica del seicento. Al suo interno si possono ammirare capolavori come la "Fornarina" di Raffaello e "Giuditta e Oloferne" di Caravaggio.

 

 

Newsletter