Il Club Lanciani: una storia che dura da 46 anni

Immagine di una racchetta con una pallina da tennis, sport che si pratica al Club Lanciani
2018-04-10 10:30:30

Il Club Lanciani: una storia che dura da 46 anni

Il Club Lanciani: una storia che dura da 46 anni

Il Club Lanciani viene fondato nel lontano 1972 per volere di Mario Desidera. Alle origini, il club, contava nove campi da tennis ed una piscina. Sul finire degli anni ’80, però, l’area poteva vantare già ben venti campi da tennis e, oltre alla suddetta piscina, uno dei primi campi di calcetto realizzati in terra battuta e alcuni fra i primi campi romani di squash.
Con il trascorrere degli anni e grazie all’avvento di numerose attività sportive di nuova generazione, il Club Lanciani, si è dotato di una palestra, un’area dedicata all’arrampicata, un centro di spinning, le attrezzature per il group rowing e per tante altre discipline.

Dopo i suoi primi 45 anni di attività l’ormai celebre club si può definire un centro sportivo polispecialistico che dedica il suo lavoro ad insegnare uno stile di vita sano e sportivo in un clima di amicizia e divertimento.

Fra le novità del centro non poteva mancare la realizzazione di uno degli impianti per lo sport che sta catturando l’interesse di moltissime persone: il Padel. Inoltre entro pochi mesi è prevista la costruzione di altri due campi adibiti al medesimo sport.

Sempre fra le news lanciate da questo attivissimo club, troviamo l’organizzazione di centri estivi per giovani di età compresa fra 5 e 14 anni che prevede la frequentazione di scuole sportive dal carattere propedeutico per i ragazzi che partecipano alle attività, quali: tennis, calcetto, nuoto, padel, pallavolo e arrampicata.

Per informazioni e prenotazioni si può contattare il Club Lanciani, sito in via Pietralata 135, al numero telefonico 06 41734829 oppure compilando l’apposito form sul sito ufficiale.

A Roma è possibile praticare molte tipologie di attività sportive: tennis, nuoto, calcio, bowling, ecc. ma vediamo ora nel dettaglio alcuni fra gli sport praticabili in questa polisportiva.

Lo Squash è uno sport che richiede un grande impegno fisico

Lo Squash è una attività che ricorda molto il tennis ma si differenzia per l’intensità dell’impegno fisico che richiede; infatti, in questo sport la pallina viene lanciata e fatta rimbalzare contro la parete attraverso una particolare racchetta. Lo squash possiede dei grandi benefici anti-stress, tanto che per queste proprietà, si può comparare alla corsa oppure allo spinning. Inoltre, consente di liberare la mente dai pensieri ed allentare tutte le tensioni muscolari grazie al coinvolgimento dell’atleta a 360 gradi e alla richiesta di particolari requisiti, quali: la resistenza, la forza, la velocità, la coordinazione, il tempismo, la concentrazione e la tattica di gioco. Queste caratteristiche per essere espresse insieme richiedono una grande preparazione atletica anche sotto l’aspetto aerobico ed anaerobico. In base al livello di gioco è possibile bruciare anche 1000 calorie a partita e, contemporaneamente, tonificare e potenziare i maggiori distretti muscolari come le gambe, i glutei, gli addominali, i pettorali e le braccia.

Il group rowing: remare a tempo di musica

Questa attività fisica si può considerare come una fusione fra il canottaggio ed il fitness in cui il concetto dell’equipaggio viene portato per la primissima volta all’interno di una palestra. Infatti, come accade sulle barche da canottaggio, nel group rowing, tutti remano assieme a tempo di musica. La particolarità dello sport sta nel fatto che l’atto di remare viene contrastato da una resistenza direttamente proporzionale all’energia che viene impiegata dall’atleta. Ciò consente di avere un gruppo che, nonostante la diversa età o il differente grado di allenamento può lavorare in totale sincronia “sulla stessa barca”.

Dal punto di vista fisico vengono utilizzati tutti i gruppi muscolari principali, nello specifico: braccia, gambe, dorso, spalle, addome e glutei a cui si aggiungono tutta una serie di benefici cardiovascolari dovuti al naturale movimento della vogata, che supporta la flessibilità e, al contempo, non danneggia le articolazioni per l’azione totalmente priva di impatti.

Newsletter