I musei di Roma: quali visitare

Vista dei musei di Roma dall'alto, in primo piano il Vittoriano.
2017-12-06 11:07:19

I musei di Roma: quali visitare

I musei di Roma: quali visitare

Roma, la capitale della storia e della cultura, il luogo più ricco di tradizione, reperti e monumenti. Non c’è di certo bisogno di andare in un museo per ammirarne lo splendore monumentale, che si fa vedere in ogni angolo della città. E’ vero però, che non andando a visitare i musei della capitale, rischiate di perdere una grandissima parte del patrimonio storico che la città offre.

I musei di Roma, infatti, raccolgono un’enorme quantità di tesori, non solo archeologici, ma anche artistici e storici, che raccontano l’articolata storia di una città che ne ha passate tante nel corso dei secoli. I luoghi che riscuotono più interesse, a parte il visitatissimo Colosseo, sono le gallerie e le mostre ospitate nei palazzi di importanza storica più rilevante.

Per non parlare della quantità di eventi a carattere culturale che il comune di Roma organizza, sia per adulti che per bambini, all’interno delle gallerie, a cui spesso si può accedere anche in modo gratuito. Sia di giorno che di notte potrete prendere parte ad uno di questi eventi per passare una serata tra divertimento e cultura.

I musei di Roma che non potete perdere

Visitare Roma, senza passare anche solo per curiosità nei musei che sto per elencarvi sarebbe un vero e proprio sacrilegio! Andiamo a vedere insieme quali sono i siti storici che non potete assolutamente perdere durante il vostro soggiorno turistico.

Galleria Borghese

Si parla di uno dei musei più importanti di Roma, conta un’infinità di opere esposte, tra le più ricercate troviamo quelle di Caravaggio e una grande collezione per gli appassionati dell’arte Barocca. La galleria stessa può essere considerata un’opera, data la sua monumentalità e l’impatto visivo di grande successo tra i turisti. Divisa in otto sale ospita opere della portata di “Apollo e Dafne”, del grande Gian Lorenzo Bernini, ma anche il David, di Michelangelo. Insomma un vero e proprio patrimonio storico, ed è solo una delle gallerie d’arte di cui parleremo.

Galleria Nazionale d’Arte Moderna

Si tratta della più grande collezione di arte contemporanea e moderna su territorio italiano. Conta circa 4400 opere tra dipinti e sculture e più di 13.000 stampe dei più grandi artisti dell’ottocento e del novecento. Nata nel 1883 è composta da ben cinquantacinque sale e ospita più di due secoli di storia e arte.

Tra i più illustri pittori e artisti, troviamo Van Gogh, Cezanne e Monet per quanto riguarda l’arte straniera, mentre, se parliamo di artisti italiani, non posso non citare il grande Amedeo Modigliani, accompagnato da Giorgio De Chirico e Mario Sirioni.

Galleria nazionale d’arte antica

Ospitata, attualmente, nel Palazzo Barberini, la prima collezione, che ha dato vita a questa galleria è stata donata dal Principe Corsini nel 1893, allo stato italiano. In seguito vennero aggiunte altre collezioni, come la Collezione Torlonia, quindi il palazzo Corsini non era più sufficiente per ospitarle tutte, ed ecco il motivo per cui lo stato Italiano, nel 1949, acquistò il palazzo Barberini e lo adibì a nuova sede della Galleria Nazionale d’Arte Antica.

Le opere ospitate sono, per lo più, del XVII secolo, si parla quindi di artisti del calibro di Caravaggio, Tintoretto, Tiziano e chi più ne ha più ne metta.

Newsletter