I luoghi più insoliti di Roma

I luoghi più insoliti di Roma
2017-02-22 09:52:11

I luoghi più insoliti di Roma

I luoghi più insoliti di Roma

Sempre magica Roma, anche se l’avete visitata una volta o qualcuna di più. Monumenti, chiese e musei: ogni angolo della città può nascondere un piccolo da gioiello da scoprire. Ma la capitale non è soltanto questo e oggi infatti vi invitiamo a seguire un itinerario diverso, un percorso volto a scoprire i luoghi più insoliti di Roma che difficilmente troverete sulle guide ufficiali.

Villa del Priorato di Malta


La Villa del Priorato di Malta, che si trova presso Piazza Cavalieri di Malta, permette ai visitatori di godere di uno spettacolo più unico che raro soltanto accostandosi al suo portone. Se quest’ultimo è chiuso e un capannello di persone sono in fila, non temete è una cosa normale. Aspettando il proprio turno, infatti, è possibile osservare attraverso il buco della serratura un panorama di rara bellezza: la Cupola di San Pietro che si intravede dal viale dei Giardini dell’Ordine.

Palazzetto Zuccari

Conosciuto perlopiù come la Casa dei Mostri, si trova precisamente tra la Via Sistina e la Via Gregoriana. La sua particolarità risiede nella facciata ove sia il portone che le finestre sono rappresentate da imponenti mostri infernali dalle fauci spalancate. Sì, avete letto bene: mostri. La strana ispirazione architettonica prende spunto dai mostri di Bomarzo (nei pressi di Viterbo) e sono una geniale opera di Federico Zuccari, artista barocco dai gusti ben precisi, forse un po’ stravaganti, almeno per quei tempi.

Chiesa di Sant’Ignazio

La Chiesa di Sant’Ignazio risale circa al 1600 e presenta una particolarità che può sfuggire all’occhio poco attento. Camminando lungo la navata centrale e avvicinandosi nei pressi dell’altare è possibile notare la maestosa cupola del diametro di 17 metri che in realtà è un trompe-l’oeil, una pittura talmente naturale e realistica, realizzata per sostituire la cupola non realizzata per mancanza di denaro, che inganna benissimo l’occhio umano.

La cicatrice della colonna di marmo

Nei pressi del Pantheon e precisamente in una stradina che si trova nei pressi di piazza Capranica, è possibile vedere la cicatrice della colonna di marmo, ovvero ciò che resta della colonna trafitta dalla antica e gloriosa Durlindana, la spada dell’eroe Orlando. Si tratta di una delle più antiche e affascinanti leggende di Roma che riportano alla memoria la Chanson composta secoli addietro.

Chiesa di Santa Maria in Vallicella

La Chiesa di Santa Maria in Vallicella propone ai suoi numerosi fedeli e visitatori un “cambio della guardia” molto particolare. Questo avviene una volta la settimana, precisamente dopo la messa del sabato sera, quando il quadro Angeli adoranti la Madonna Vallicelliana del Rubens, ubicato proprio dietro l’altare, viene sostituito dall’immagine miracolosa della Vergine. Non si tratta di un prodigio, ma dell’intervento del sacrestano che grazie ad un telecomando fa scendere e salire le opere al momento opportuno.

 

Newsletter